Neurobase.it
Tumori testa-collo
Xagena Mappa
Medical Meeting

Alta incidenza di dolore persistente tra i pazienti con sclerosi multipla


Uno studio compiuto da Ricercatori della Yale University School of Medicine e dei Veterans Affairs ( VA ) Connecticut Healthcare System di West Haven negli Stati Uniti ha esaminato la prevalenza del dolore persistente e le sensazioni fastidiose tra i partecipanti al North American Research Committee on MS ( NARCOMS ) Patient Registry.

Un totale di 10.176 pazienti ha risposto ad un questionario sul dolore; 7.579 soggetti hanno riferito di aver sperimentato un certo grado di dolore durante il primo mese dell’indagine.

Tra coloro che hanno risposto, il 49% ha riportato dolore da lieve a grave, ed il 49% di questi ha riferito di aver sperimentato dolore in forma grave.

L’aumento dell’intensità del dolore era associato in maniera diretta al sesso, con una maggiore incidenza nelle donne; il 51% dei pazienti con dolore in forma grave ha riportato 4 o più siti di dolore.
Il dolore è risultato costante nel 44% di coloro che hanno dichiarato di soffrire di forma grave di dolore.

L’incremento nell’intensità del dolore era anche associato direttamente all’aumento della disabilità associata alla sclerosi multipla, al peggioramento della sclerosi multipla recidivante e alla depressione.

Coloro che hanno dichiarato di aver sperimentato più dolore hanno fatto maggiore uso di analgesici.

La gravità del dolore ha avuto influenza sulla vita quotidiana, sull’attività lavorativa, sull’umore, e sulle attività ricreative.

I risultati questo studio hanno indicato un’alta prevalenza di dolore in forma grave tra i pazienti con sclerosi multipla.

Hadjimichael O et al, Pain 2006; Epub ahead of print

Neuro2006


Indietro