Neurobase.it
Tumori testa-collo
Xagena Mappa
Medical Meeting

Alti livelli anticorpali anti-EBV 15-20 anni prima dell’insorgenza della sclerosi multipla


Uno studio, coordinato dalla Harward Medical School, di Boston ha esaminato i livelli plasmatici degli anticorpi anti-EBV ( virus di Epstein-Barr ) nei campioni di sangue raccolti 30 anni prima dell’insorgenza della sclerosi multipla.

I soggetti con sclerosi multipla identificati tra i membri del Kaiser Permanente Northern California, una HMO ( Health Maintenance Organization ).

I campioni plasmatici conservati sono stati impiegati per confrontare i titoli anticorpali anti-EBV in 42 individui che hanno sviluppato sclerosi multipla con quelli di un gruppo controllo.

I titoli di anticorpi verso il complesso EBNA ( antigeni nucleari del virus di Eptein-Barr ) e della sua componente EBNA-1 sono risultati significativamente più alti nei campioni dei soggetti che hanno sviluppato sclerosi multipla rispetto ai controlli.

Il rischio relativo di sclerosi multipla è risultato associato ad un aumento di 4 volte nei titoli anticorpali: 2.1 per il complesso EBNA ed 1.8 per EBNA-1.

L’aumento dei titoli anticorpali verso il complesso EBNA e la sua componente EBNA-1 tra i soggetti che hanno sviluppato sclerosi multipla si è presentato 15-20 anni prima che insorgessero i sintomi, e questo aumento è persistito nel tempo.

L’aumento dei titoli anti-EBV è, secondo gli Autori, un evento precoce nella patogenesi della sclerosi multipla. ( Xagena2006 )

DeLorenze GN et al, Arch Neurol 2006; Early Release Article


Neuro2006 Inf2006


Indietro