Neurobase.it
Tumori testa-collo
Xagena Mappa
Medical Meeting

Forte associazione positiva tra sclerosi multipla e disturbo bipolare e depressione


I disturbi psichiatrici sono noti per essere prevalenti nella sclerosi multipla. L'obiettivo di uno studio è stato quello di esaminare le comorbidità tra la sclerosi multipla e il disturbo bipolare, la schizofrenia e la depressione in una coorte nazionale ( Svezia ) e di determinare se la responsabilità genetica comune fosse alla base dell'associazione putativa.

I ricercatori del Karolinska Institutet ( Stoccolma, Svezia ) hanno identificato i pazienti con diagnosi di sclerosi multipla ( n = 16.467 ), disturbo bipolare ( n = 30.761 ), schizofrenia ( n = 22.781 ) e depressione ( n = 172.479 ) nel Swedish National Patient Register, e hanno individuato i fratelli nel Multi-Generation Register.

Il rischio di sclerosi multipla è risultato aumentato nei pazienti con disturbo bipolare ( hazard ratio, HR = 1.8, 95% intervallo di confidenza ( IC ) 1.6-2.2, p inferiore a 0.0001 ) e depressione ( HR = 1.9, 95% CI 1.7-2.0, p inferiore a 0.0001 ).

E’ stato riscontrato una riduzione del rischio di sclerosi multipla nella schizofrenia ( HR = 0.6, 95% CI 0,4-0,9, p = 0.005 ).

L’associazione tra l'avere un fratello con disturbo psichiatrico e il rischio di sviluppare la sclerosi multipla non è risultata significativa.

In conclusione, i ricercatori hanno trovato una forte associazione positiva tra sclerosi multipla e disturbo bipolare e depressione che non poteva essere spiegato con la predisposizione genetica.
L'inattesa associazione negativa tra sclerosi multipla e schizofrenia potrebbe essere spuria o indicare possibili meccanismi di protezione che meritano un ulteriore approfondimento. ( Xagena2014 )

Johansson V et al, Mult Scler 2014; 20: 1881-1891

Neuro2014 Psyche2014


Indietro