Neurobase.it
Tumori testa-collo
Xagena Mappa
Medical Meeting

Canale del potassio KIR4.1 come antigene putativo in pazienti con sclerosi multipla


Gli anticorpi sono stati implicati nella patogenesi della sclerosi multipla perché sono state trovate immunoglobuline nel liquido cerebrospinale dei pazienti e spesso IgG e complemento nelle lesioni, e per via di una relazione del 2012 secondo cui quasi la metà dei campioni di siero dei pazienti contiene IgG specifiche per un canale del potassio gliale, KIR4.1.
Si è cercato di determinare la frequenza di IgG leganti KIR4.1 nel siero e nel liquor di pazienti con sclerosi multipla, e se l’immunoreattività di KIR4.1 venisse mantenuta o persa nelle lesioni demielinizzanti.

Utilizzando ELISA con un peptide KIR4.1, è stato testato il siero di 229 pazienti sulla base della popolazione e di 57 pazienti su base clinica con sclerosi multipla, 99 controlli sani, e 109 controlli di malattia, e il liquido cerebrospinale da 25 pazienti con sclerosi multipla e 22 controlli di malattia.
Sono stati testati tutti i campioni di liquor e siero di 50 pazienti su base clinica con sclerosi multipla sulle cellule che esprimono KIR4.1 funzionale, con immunofluorescenza basata sulle cellule e immunoprecipitazione ( KIR4.1 umano ricombinante solubilizzato ).

È stata valutata l’immunoreattività KIR4.1 in campioni di cervello di archivio di 15 pazienti con sclerosi multipla confermata istopatologicamente ( 22 placche: 8 attive precoci, 8 inattive e 6 rimielinizzate; 13 regioni peri-placca; 8 regioni della sostanza bianca e della sostanza grigia di aspetto normale ) e di 3 controlli con malattie non-neurologiche.

3 dei 286 campioni di siero di pazienti con sclerosi multipla e 2 dei 208 campioni di siero di controllo hanno mostrato reattività KIR4.1 su ELISA; nessuno dei campioni di liquido cerebrospinale di pazienti o di controlli ha mostrato reattività KIR4.1.
Le IgG in nessuno dei 50 campioni di siero di pazienti su base clinica hanno causato immunoprecipitazione di KIR4.1, ma una IgG commerciale di controllo specifica per KIR4.1 lo ha fatto.

All’immunofluorescenza, 1 dei 50 campioni di siero di pazienti con sclerosi multipla ha mostrato una tenue colorazione del plasmalemma sulle cellule che hanno espresso e non hanno espresso KIR4.1; 16 si sono legati debolmente a componenti intracellulari.
In tutti i casi, il legame IgG si è esaurito mediante assorbimento con polvere di fegato o lisati da cellule non-transfettate.
Il legame delle IgG di controllo specifiche per KIR4.1 si è esaurito solo con i lisati contenenti KIR4.1.

Le IgG in nessuno dei campioni di liquido cerebrospinale dei 25 di pazienti con sclerosi multipla si sono legate alle cellule KIR4.1-transfettate.

L’immunoreattività KIR4.1 gliale è aumentata rispetto alla espressione nel cervello sano di controllo in tutte le lesioni demielinizzanti attive, lesioni rimielinizzate e regioni peri-placca della materia bianca.

Non sono state rilevate IgG specifiche per KIR4.1 nel siero o nel liquido cerebrospinale di pazienti con sclerosi multipla o perdita di KIR4.1 dalla glia in lesioni multiple da sclerosi.
Il test sierologico per IgG specifiche per KIR4.1 ha scarse possibilità di essere utile per la diagnosi di sclerosi multipla.
L'antigene bersaglio della sclerosi multipla rimane elusivo. ( Xagena2014 )

Brickshawana A et al, Lancet 2014;13:795-806

Neuro2014 Diagno2014



Indietro