Neurobase.it
Tumori testa-collo
Xagena Mappa
Medical Meeting

Diffusione orale del virus di Epstein-Barr nei bambini con sclerosi multipla


È stata valutata in uno studio prospettico la frequenza della diffusione orale in assenza di sintomi del virus di Epstein-Barr ( EBV ), e della diversità genetica di EBV in pazienti pediatrici con sclerosi multipla.

Sono stati utilizzati test basati sulla PCR per rilevare il DNA virale nei tamponi orali di 22 pazienti pediatrici con sclerosi multipla e 77 controlli sani abbinati per età e sesso.
I campioni EBV-positivi sono stati ulteriormente analizzati per le variazioni di sequenza nel gene di EBV BCRF1 ( ebvIL-10 ) utilizzando metodi di sequenziamento del DNA diretti e nel gene di EBV LMP1 mediante spettrometria di massa.

19 dei 22 bambini con sclerosi multipla ( 86.4% ) erano sieropositivi per l’infezione da virus EBV remota rispetto a 35 su 77 controlli sani ( 45.5% ) ( P=0.008 ).

L’analisi basale dei tamponi orali ha rivelato una maggiore percentuale di campioni EBV-positivi da pazienti EBV-sieropositivi con sclerosi multipla rispetto ai controlli sani EBV-sieropositivi ( 52.6% vs 20%, P=0.007 ).

L’analisi longitudinale dei tamponi mensili ha rivelato tassi di rilevamento di EBV medi del 50.6% nei pazienti con sclerosi multipla e del 20.4% nei controlli ( P=0.01 ).

Le frequenze di diffusione orale degli Herpesvirus [ herpes simplex virus-1 ( HSV-1 ), citomegalovirus, herpesvirus umano ( HHV-6 e HHV-7 ) ] non differivano tra i due gruppi.

Cambiamenti nelle varianti genetiche predominanti di EBV sono stati rilevati più frequentemente nei pazienti con sclerosi multipla; tuttavia, nessuna variante genetica specifica di EBV è stata preferenzialmente associata alla sclerosi multipla.

In conclusione, i bambini con sclerosi multipla dimostrano un aumento anomalo dei tassi di riattivazione virale e una più ampia gamma di varianti genetiche, indicando una compromissione selettiva nel controllo immunologico del virus di Epstein-Barr. ( Xagena2013 )

Yea C et al, Neurology 2013; 81: 16; 1392-1399

Neuro2013 Inf2013



Indietro