Neurobase.it
Tumori testa-collo
Xagena Mappa
Medical Meeting

Studio ASSESS: efficacia e sicurezza di Fingolimod 0.5 mg e 0.25 mg rispetto a Glatiramer acetato 20 mg nei pazienti con sclerosi multipla recidivante-remittente


Lo scopo dello studio era quello di valutare se Fingolimod [ Gilenya ] ai dosaggi di 0.5 mg e 0.25 mg, fosse più efficace di Glatiramer acetato 20 mg nel ridurre l'attività di malattia nell'arco di 12 mesi nei pazienti con sclerosi multipla recidivante-remittente.

Fingolimod 0.5 mg aveva dimostrato una efficacia superiore rispetto al placebo e all'Interferone beta-1a negli studi di fase 3.

Il confronto diretto riguardo a efficacia e sicurezza delle terapie modificanti la malattia è importante affinchè il medico possa assumere decisioni terapeutiche nella pratica clinica.

Nello studio ASSESS, fase 3b, randomizzato, multicentrico, i pazienti eleggibili sono stati randomizzati a ricevere Fingolimod per os una volta al giorno da 0.5 mg ( n= 352 ), 0.25 mg ( n=370 ) o Glatiramer acetato sottocutaneo 20 mg ( n=342 ).
La superiorità delle dosi di Fingolimod è stata testata gerarchicamente: 0.5 mg rispetto a Glatiramer seguita da 0.25 mg versus Glatiramer.

L'endpoint primario era la riduzione del tasso annualizzato di recidiva ( ARR ); gli endpoint secondari erano le misurazioni dell'attività di malattia a 12 mesi mediante risonanza magnetica.
La sicurezza e la tollerabilità sono state valutate.

Complessivamente, 859 ( 80.7% ) pazienti hanno completato lo studio.

A 12 mesi, i tassi annualizzati di recidiva con Fingolimod 0.5 mg e Glatiramer acetato erano rispettivamente 0.153 e 0.258 ( riduzione relativa [ RR ], 40.7%; p = 0.0138 ); Fingolimod 0.25 mg ha raggiunto un RR numerico del 14.6%, ma non ha raggiunto la significatività statistica.

Rispetto a Glatiramer acetato, Fingolimod ai dosaggi di 0.5 mg e 0.25 mg ha ridotto significativamente il numero medio di nuove / recentemente ingrandite lesioni in T2 ( RR=54.4% e 42.1%, rispettivamente, p inferiore a 0.0001 ) e lesioni in T1 captanti il Gadolinio ( RR=55,6% per entrambe le dosi, p = 0.0167 e p = 0.0011, rispettivamente ).

Gli eventi avversi riportati con entrambe le dosi di Fingolimod erano coerenti con il profilo di sicurezza noto.

Più interruzioni del farmaco in studio sono state riportate con Glatiramer acetato a causa di effetti avversi correlati alla somministrazione iniettiva, ritiro del consenso ed effetti terapeutici non-soddisfacenti.

In conclusione, Fingolimod 0.5 mg è la dose ottimale ed efficace, ed è la prima e unica terapia che modifica la malattia a mostrare una efficacia superiore nel ridurre l'attività di malattia rispetto a Glatiramer acetato in uno studio testa-a-testa controllato.
I risultati di sicurezza sono stati coerenti con il profilo di sicurezza stabilito per Fingolimod. ( Xagena2019 )

Fonte: American Academy of Neurology ( AAN ) Annual Meeting, 2019

Neuro2019 Farma2019


Indietro